Pecus
Berlino, il Reichstag, Norman Foster, 1999
pecus @ pecus . it
about
thoughts
pics
view-source
archives ... prima ...
Luglio
Agosto
Settembre
Ottobre
Novembre
Dicembre
Agosto
reading Underworld - Don Delillo [Einaudi] webcam sporadically updated
powered by blogger


Mercoledì 31 Maggio 2006


dn[T]3

ho omesso di segnalare un lavoro molto interessante del solito duo johnny + lorenzo. si tratta di met.amor.ph. certo devo ricordare ai miei due amici che devono farsi un po’ di promozione, non possono sempre affidarsi alla serendipity degli amici.

scritto da pecus alle 12:58 §


LinkedIn

Voi cosa scrivete negli inviti di LinkedIn? Lasciate il testo predefinito, che tanto chi riceve il messaggio sa già cosa fare?

I found you while I was searching my network at LinkedIn. Let's connect directly, so we can help each other with referrals. If we connect, both of our networks will grow. To add me as your connection, just follow the link below.

Oppure vi sforzate di scrivere qualcosa di interessante. Perché a me il testo preconfezionato sembra il bugiardino delle medicine, ma scrivere qualcosa che rasenti il passabile è difficile. Ecco perché credo di avere trovato un lavoro per personalitàconfusa e/o eiochemipensavo (nelle ricerche personale, meglio avere sempre più di un candidato). Non che ne abbiano bisogno loro. Ne abbiamo bisogno noi! Setaccerei la mia lista di email per invitare amici, conoscenti, parenti, sconosciuti su LinkedIn solo per leggere le frasi di invito, rigorosamente proposte una alla volta, per ogni invito inviato. Altro che meme, qui sarebbe pura dipendenza!

scritto da pecus alle 12:39 §

Martedì 30 Maggio 2006


Nike+iPod

Lo Voglio. Compreso correre a New York o San Francisco, sul ponte e tra le facciate vittoriane. Peccato che la fascia al braccio non integri un cardiofrequenzimetro, e magari un piccolo sensore GPS: così le statistiche sarebbero da pure data porn.

Update: pedometro e cardiofrequenzimetro incorporati nel prototipo di ricerca Microsoft basato su un cellulare. [via mathowie]

scritto da pecus alle 11:18 §

Lunedì 22 Maggio 2006


Me ridere tanto una sera

Per riprendere il vizio di leggere, ho scelto un libro facile, divertente, leggibile senza continuità. Ho scelto bene: ieri sera non riuscivo a smettere di ridere leggendo David Sedaris

scritto da pecus alle 14:44 §

Lunedì 15 Maggio 2006


Musica

Per me è incredibile, di per sé è banale, ma ieri sono riuscito a sentire un po’ di musica. Di seguito, senza chiaccherio o la cacofonia dei 3 iTunes che contemporaneamente suonano in ufficio, al sole e su un prato. Playlist da vero blogger:

scritto da pecus alle 17:22 §

Mercoledì 3 Maggio 2006


Pranzo a casa

Rivelazione: su Rai 3 c’è Starsky & Hutch. Tocca andare più spesso.

scritto da pecus alle 15:43 §

Martedì 2 Maggio 2006


Un fischietto per tutti

Non capisco questa cosa dei fischi e delle contestazioni a Buttiglione o alla Moratti. Non capisco in particolare questa presunta necessità di discolparsi, indignarsi, rimarcare l’estraneità. Non capisco, soprattutto, perché debba essere negato il diritto di criticare un politico, nella sua funzione politica. Non ditemi che Buttiglione e la Moratti partecipano alle manifestazioni in qualità di semplici cittadini (dov’erano gli anni scorsi quando invece che candidati in cerca di una carica alternativa al ministro facevano soltanto i ministri, peraltro con pessimi risultati?). Quindi perché, in queste rare occasioni in cui tastano il polso alla piazza, non devono sentire anche chi davvero non li sopporta? Qui non stiamo parlando di urla squadriste, di insulti pesanti, di minacce o aggressioni. Qui stiamo parlando di Tornatene a Roma! e di qualche Buffone! (almeno per Buttiglione qui a Torino).

Visto che — finalmente — gli interessati dimostrano di poter rispondere da soli alla piazza (Buttiglione dando degli ottusi ai pochi contestatori, con parole finalmente ironiche), e visto che forse cominciano a capire che se la metà che li ha votati l’ha fatto davvero e solo nel segreto dell’urna, e che quindi l’altra metà che è in piazza continuerà a non votarli, sarebbe ora che Prodi e compagnia la smettessero di giustificarsi affilando armi altrimenti spuntate che l’opposizione brandisce verso la neoeletta maggioranza parlamentare.

scritto da pecus alle 09:28 §

Creative Commons License
This work is licensed under a Creative Commons License.