Pecus
Troena, Norvegia
pecus @ pecus . it
about
thoughts
pics
view-source
archives ... prima ...
Luglio
Agosto
Settembre
Ottobre
Novembre
Dicembre
Agosto
reading Underworld - Don Delillo [Einaudi] webcam sporadically updated
powered by blogger


Sabato 27 Novembre 2004


La soluzione? Archiviarle online!

Obsolescenza delle tecnologie. Un tema caro non solo a Bruce Sterling. Uno studio commissionato a InfoTrends da Fuji Photo Film conclude che la maggior parte delle foto digitali di oggi sono archiviate su un singolo hard disk e che le soluzioni di backup disponibili (CD, DVD, etc.) non sono future—proof. Un po’ come pretendere di accedere a documenti archiviati su un microdrive.

La soluzione? Stampare le foto. Almeno secondo Fuji (conflitto di interesse?). La vera soluzione è archiviare le foto online. Nessun problema di backup e la tecnologia evolve a spese di terzi e senza interventi da parte vostra. Sperando che Flickr non fallisca.

scritto da pecus alle 15:40 §


Ne venderanno a palate

Così facile che sembra un giocattolo Kyocera ha realizzato un telefonino progettato specificatamente per anziani. Niente display, tasti grossi, e si spera, audio amplificato.

scritto da pecus alle 13:34 §

Venerdì 26 Novembre 2004


Meglio far scorta

Il prezzo dei DVD 4x è sceso sotto il costo di produzione (almeno a Taiwan). Insomma, è meglio cominciare a fare scorta. [via Doom9]

scritto da pecus alle 21:18 §


Ho sbagliato: gliel’ho detto subito

È divertente (per nascondere l'aspetto della privacy) essere chiamati in media una volta alla settimana da un solerte venditore o venditrice Telecom Italia per imperdibili offerte, quando da mesi si è recesso il contratto e passati ad altro operatore, ultimo miglio compreso. Certo, la colpa è della number portability, e non del fatto che Telecom usa elenchi vecchi per il telemarketing. Però stasera ho sbagliato.
Ho zittito il sales professional dichiarandogli che non potevo in alcun modo approfittare di alcuna offerta perché passato a Fastweb. Mi ha sbattuto il telefono in faccia senza farmi finire.

Ho sbagliato perché Telecom Italia ora paga un costo di interconnessione a Fastweb, e quanto più fossi stato al telefono, tanto più la vittima si sarebbe trasformata in carnefice. E avrebbe anche potuto essere divertente

scritto da pecus alle 20:21 §

Giovedì 25 Novembre 2004


Storie dalla Sala Macchine

Ieri sera terremoto con Basa, Mauro, docUngaro e Lama. Insomma, noi non ci siamo accorti di niente, intenti a bere nella cantina del ControViale, un locale di corso Casale. Risultato della serata: un pilota per una serie tv, un progetto di un orologio, scambio di url e link vari e un blog da sbellicarsi dalle risate: Storie dalla Sala Macchine.
$buona_lettura

scritto da pecus alle 10:39 §


Nervi

Detesto quando pecus è già stato scelto come username di un sito.

scritto da pecus alle 10:15 §

Lunedì 22 Novembre 2004


Il ritorno delle analogiche (e click here for fame!)

Non è il primo Aprile, eppure la notizia meriterebbe il pesce: HP sta sviluppando un sistema per impedire a macchine fotografiche digitali nelle vicinanze di ritrarre una persona, attivando una massiccia sfocatura del viso. Bentornate Nikon e Canon a tendina. Resta da capire come faccia il software a riconoscere la celebrità se in mezzo a una folla, se riconosca anche extraterrestri, vip blogger, minorenni, animali geneticamente modificati e Q.I. superiori a 100. Per non temere di non essere fotografati potete correre ai ripari con un GPS che segnala ai paparazzi dove siete perché possano fotografarvi. Evidentemente Nokia e HP avrebbero non pochi problemi in caso di fusione…

scritto da pecus alle 17:58 §


Antenne dritte (non per le radio)

In questa fase di ricerca lavoro le antenne sono dritte e attente a tutto quello che ha odore di opportunità. Ecco perché dovete leggere quali sono i cv che legge Stefano.

scritto da pecus alle 10:11 §

Venerdì 19 Novembre 2004


Come se niente fosse

Mentre su Zioradio va in onda Mio è nome Hrundi con Luca e Paolo, un misto di Zelig e Le Iene declinato trash (per darvi un idea, se fosse un film sarebbe Paulo Roberto Cotechino centravanti di sfondamento), faccio come se niente fosse e posto dopo un'eternità, fatta di dark movies da Hong Kong al festival di Cinemagiovani (non c'è niente da fare, non ho niente contro il nuovo nome "Torino Film Festival" ma non mi entra proprio in testa), il ritorno del pc Acer dall'interspazio del centro di assistenza (7 settimane per sostituire una motherboard), Hero, la convention L'Oréal per cui non ho dormito per 43 ore consecutive, e nel mezzo due viaggi TO-MI, e la fine di un lavoro su MySQL e la scoperta alle ore 05:30 del mattino che il driver ODBC ha delle peculiarità con ADO, senza però trovare la citata pagina e risolvendo invece di riscrivere tutto il codice. Uff.

Novità (anche troppe) sul fronte lavoro. Sono contento perché la semina stà dando buoni frutti, ma mi ritrovo in una situazione paradossale, dove ho due o tre occasioni di lavoro ancora poco concrete ma promettenti e la difficoltà nel mantenere un approccio professionale con tutti senza promettere impegni che poi non potrei mantenere nel momento in cui uno dovesse (volesse!) farmi un'offerta definitiva. Pecus, sei vago e fumoso, spiegati. Allora: se chiudo con un'agenzia di comunicazione, smetto (spero) di fare il freelance. Nel frattempo cerco collaboratori: grafici abili con Photoshop e PowerPoint. Se vi viene l'urticaria solo a leggere i due nomi vicini lasciate perdere e non fatevi vivi. Altrimenti, scrivetemi. Se siete a Milano meglio, e dovete avere una settimana intera da dedicare al lavoro, presso cliente, dal 15 al 22 dicembre.

Ultimo, chiudo riprendendo il titolo del post. Al WIPO fanno i dispetti. E di cattivo gusto. Se non fossero in gioco i nostri diritti più importanti per la diffusione della cultura, ci sarebbe da ridere.

scritto da pecus alle 15:17 §

Creative Commons License
This work is licensed under a Creative Commons License.