Pecus
Troena, Norvegia
pecus @ pecus . it
about
thoughts
pics
view-source
archives ... prima ...
Luglio
Agosto
Settembre
Ottobre
Novembre
Dicembre
Agosto
reading Underworld - Don Delillo [Einaudi] webcam sporadically updated
powered by blogger


Mercoledì 30 Giugno 2004


Imbeccata

Antonio mi svela il segreto del cursore che regola la lunghezza dei testi dei feed RSS in Safari RSS, il tag <input type="range"> della specifica Web Forms 2.0, ma la parte più ghiotta dell'articolo di Ian Hixie è sulle ragioni per cui Microsoft ha di fatto sospeso ogni sviluppo di IE: compete troppo da vicino (e senza un modello di ricavi dietro) con il proprio OS.

scritto da pecus alle 14:52 §


Cory Doctorow arringa Microsoft

Cory Doctorow ha due pregi: fa ridere dicendo cose serie sul DRM e può permettersi il lusso di un parlare in Microsoft sfotticchiando un sacco di gente (e un po' anche loro). Speriamo serva!

scritto da pecus alle 14:13 §


5 Megapixel

Il Vanz mi ha prestato la sua Nikon 5000 per fare una prova su strada. Alla vigilia del nostro viaggio in Cina (vado con Claudia, non col maestrino…), la mia capacità di giudizio è andata già in vacanza, e sono preda di pulsioni pre–saldi e moti di impulse buying già da patologia acuta, tipo che rischio di comprare l'elefantino nocciolato della Kinder alle casse del supermercato. Visto che il raziocinio non è più un problema (né mi stanno tra i piedi rimorsi economici), ho deciso di aggiornare la mia Canon Powershot A20, cui ormai assegno pienamente la categoria mature. Non mi ha mai fatto impazzire, però era molto sexy quando l'ho vinta. È una 2 Megapixel lenta nella messa a fuoco e nello scatto, con uno zoom a passi discreti, una lettura esposimetrica imprecisa, e un po' troppo rumore nelle aree "piatte".

Teoria del Game B

Quando mi regalarono il primo scacciapensieri io e mia sorella, 15 anni in due, aumentammo, se mai era possibile, la competizione reciproca. La sua teoria di preparazione atletica si può riassumere in questo modo: «Se comincio dal Game B che è più difficile, quando passo al Game A farò un sacco di punti perché sarà molto più semplice».
Vinse lei, ma io colsi la massima di vita.

Fatta dunque la scuola con la A20, le mie esigenze sono chiare:

Altro che impulse buying, per me è un nodo di Gordio!
Dopo aver sostenuto una doviziosa e attenta valutazione delle alternative, sono rimaste in gara la Canon Powershot G5 e la Nikon Coolpix 5400. Hanno pregi e difetti in parità e non è facile scegliere. Per di più le fazioni dei supporter sono alquanto talebane, tanto che chiedere consiglio è inutile. E se penso che ho lasciato fuori la Olympus senza una ragione chiara e precisa mi viene male.

Vediamo come va la prova su strada. Poi farò una prova su strada della Canon da FNAC e alla fine comprerò online (molti consigliano sanmarinophoto.com).

scritto da pecus alle 10:49 §

Martedì 29 Giugno 2004


Ho ceduto

Mi sono abbonato a FastWeb.

scritto da pecus alle 23:04 §


Tiger

Vabbeh, adesso che ho visto display da 30" che non potrò mai permettermi, butto giù qualche rapida considerazione sulle novità della WWDC.

Meno spettacolo (solita dose di superlativi, se ho pazienza conto i super, exceptional, amazing, incredible), qualche sorpresa, qualche richiesta esaudita, grande attenzione per i core user (industria grafica e dell'editing video). Da un punto di vista di business, continua la strategia di rimpolpare le casse dell'azienda vendendo aggiornamenti del sistema operativo, che a loro volta spingano sempre più QuickTime e iTunes come centro dell'home entertainment.

scritto da pecus alle 17:26 §


Lo voglio adesso

Spotlight potrebbe essere (oggi) quello che sarà WinFS in futuro. La demo del reader RSS di Safari è un esempio di semplicità di interfaccia. Dashboard ha lo stesso appeal del tasto che nei videogiochi che ti sbatteva in faccia un foglio di calcolo che scorreva come le cascate del Niagara (detto anche boss escape): cioè è sexy e "subito lì". Il nuovo felino Apple è molto molto attraente…

[Edit] Ecco: almeno un pezzo lo posso anche avere subito: Dashboard Konfabulator

scritto da pecus alle 16:18 §


Creativi copioni

Dura fare il Creativo oggi. Con l'amplificazione dell'esposizione alla comunicazione pubblicitaria e con ormai 50 anni di televisione alle spalle (e più di un secolo di storia), inventare qualcosa di nuovo dev'essere difficile. Per le automobili si va sul classico: il mondo dall'interno dell'auto ti sembra diverso da come è fuori. Vale per C3 D&G, Fiat Ducato, Toyota Corolla, …
Oggi scopro su Adforum (curiosavo tra i premiati di Cannes) che le Aereolinee Argentine hanno lo stesso spot della banca Unicredit. Uguale. Vedere per credere.

scritto da pecus alle 10:09 §

Venerdì 25 Giugno 2004


Apple? Assente…

Faccio l'appello delle società e delle organizzazione che hanno promosso il Personal Technology Freedom Coalition e segno sul registro una bella assenza (anzi, due). Così, zelota come non sono mai stato, ho preso carta e penna e ho scritto alla Apple.
Da noi, a contrastare leggi inique e schizofreniche ci sono i Beppe Caravita (e meno male!). In America (non sempre), nomi importanti come Intel, Sun, Gateway, Verizon, Eff.

scritto da pecus alle 10:11 §

Mercoledì 23 Giugno 2004


Comarketing that works

iPod + BMW

scritto da pecus alle 11:22 §


Fashion victim

Mi sono già cambiato tre volte per il Bloggeritivo di stasera. E non sono ancora uscito di casa...

scritto da pecus alle 08:25 §

Martedì 22 Giugno 2004


Mobile Social Gaming

Un gruppo di artisti inglesi produce giochi itineranti nei tessuti urbani coniugando tecnologia, interazione e socializzazione. Che è un po' quello che proviamo a fare, senza la componente fisica, di presenza, con Habbo Hotel. Trovo interessante che esperimenti come questi dimostrino un uso assolutamente consapevole e rispettoso della privacy e delle tecnologie di rilevamento di presenza e localizzazione. Un modello basato sulla partecipazione volontaria all'interno di una dimensione ludica, che fa il verso alle candid camera e all'estemporaneo, all'interruzione delle convenzioni sociali. È ovvio che un marketing alla Minority Report (personalizzazione spinta e/o targeting sulla posizione geografica e altre devianze del marketing) non ha futuro (anche se qualcuno prova a salvarlo). Ma tutto quello che coniuga presenza e comunicazione, sfruttando tecnologie di massa (il telefonino) e facendo leva sulle dinamiche di rete, ha buone possibilità. Specie se è divertente.

scritto da pecus alle 15:53 §

Lunedì 14 Giugno 2004


Conan O'Brien doesn't hate Finland

Lavorando per una società finlandese si riceve spam finlandese: Conan O'Brien Hates My Homeland [mpeg 30,9Mb] è esilarante (come sempre).

scritto da pecus alle 11:32 §


In autobus

Sentita sull'autobus: Non ho l'astro del disegno

scritto da pecus alle 07:16 §

Venerdì 11 Giugno 2004


Buzznet

Ieri ho scoperto Lifeblog, l'applicazione per Nokia serie 60 di Mobile Blogging che la casa finlandese inserirà nei nuovi modelli con fotocamera da 1 Mpixel, in primis il 7610. Anzi, per il momento solo nel 7610, anche se Christian Lindholm, responsabile del team di sviluppo dell'interfaccia e delle applicazioni in Nokia, non lo confina al solo nuovo modello. Smani(av)o di provarlo, anche se immagin(av)o le acrobazie (su Mac) sottostanti all'allegra dichiarazione Nokia Lifeblog works with the Nokia 7610 imaging phone and Windows PC. Sono curioso, soprattutto perché l'idea di una timeline, più che di un generico fotoblog, mi affascina dal punto di vista della documentazione, del mettere in ordine i propri ricordi. Un po' come quel progetto di interfaccia utente di qualche anno fa, che aboliva il file system e la metafora della scrivania sostituendovi quella della linea temporale, come se fosse più facile organizzare e trovare sequenzialmente (cioè cronologicamente) che non tagliando l'universo informativo secondo la sezione ogni volta più utile — quello che fanno i filtri o le viste, come in Neo, o in iTunes. Si chiamava Lifestreams, e non è l'unica idea in materia.

Oggi però ho scoperto Buzznet, il Blogger delle MoPhoto. Ti registri, scatti tutte le foto che vuoi (diciamo 20 al giorno, 200 al mese) e le invii via email al tuo indirizzo su Buzznet, username.pincode@buzznet.com. Il software prende l'oggetto e il messaggio, salva e ridimensiona l'allegato, e genera una galleria di immagini in HTML. Con tanto di feed RSS. Le idiosincrasie dei telefonini sono risolte dagli utenti, e il sistema resta omogeneo: ognuno si configura la propria connessione (GPRS in Europa e Asia, TDMA/CDMA in America), ci si appoggia su un protocollo condiviso (l'email, che tutti i cellulari con fotocamera dovrebbero avere), niente da installare sul telefono.
Sono conquistato.

Provando Buzznet, ho scoperto che l'applicazione di posta del Nokia 6600 (Symbian OS Email version 7) si comporta diversamente a seconda che la foto sia spedita dall'interno dell'applicazione "fotocamera" o come email indipendente. La differenza sta nella descrizione MIME dell'allegato: nel primo caso è application/octet-stream, nel secondo è text/plain, e in entrambi i casi l'allegato è codificato in base64. Perché in quest'ultimo caso l'allegato arrivi come spazzatura (anche nella copia a me in CC: è un mistero. Una decodifica manuale ricostruisce il file correttamente, ma evidentemente qualcosa va storto nello spacchettare l'email.

On to MoBlogging!

scritto da pecus alle 14:37 §

Giovedì 10 Giugno 2004


Liste della spesa™

Mi sembrava più strano che Microsoft avesse chiesto e ottenuto un brevetto sulle to–do list che il Patent Office glielo avesse dato. Ammetto che la notizia era arrivata con la solita mail multinoltro allarmistica e partigiana, un po' come l'articolo di news.com.Con qualche giorno di ritardo (mio) scopro su Ars Technica che il brevetto è molto specifico e circostanziato.

Non che temessi di non poter più fare la spesa se non con un tablet Pc o un iPaq. Anzi, se la Coop, che mette a disposizione dei soci uno scanner con codice a barre per velocizzare la coda in cassa, lo prestasse ai soci per portarselo a casa, uno la lista della spesa la farebbe così: lo passi sul prodotto che stai buttando via e quando torni al supermercato hai la tua lista in bella mostra sul display (ci credereste? Negroponte lo predica da anni, come se ci andasse lui a fare la spesa!)
Per evitare di restare imprigionati in liste chiuse di prodotti, il gingillo potrebbe offrire input testuale (ha già una piccola tastiera numerica, basterebbe il T9) e la possibilità di fare la scansione di un prodotto specifico e scegliere la categoria generica di appartenenza: spazzolo con il laser una Heineken ma scelgo di mettermi in lista una generica "birra". Ovviamente, la Coop potrebbe anche pubblicare i codici a barre dei prodotti online e sfruttare così il catalogo già presente.

scritto da pecus alle 11:02 §

Mercoledì 9 Giugno 2004


AAA (Cercasi)

A confronto dei concorrenti di Bonolis (non mi stancherò mai di ripeterlo, ormai è il mio mantra, "in casa si prende solo Rai 1"), mi accontento di poco. Vuole cambiare il pacco o vuole un'offerta? Un gelato! Notaro, segni, anzi dica! Dov'è la gelateria più vicina? Decente magari? Tipo, max 15 minuti a piedi, metro solo se rivaleggia Fiorio?
Mi avvio, alla scoperta del "distanza 410 metri" direttamente dalle pagine gialle. Triste, ma spero riservi la serendipità dei momenti più intensi. Ecco, con questo mi piglio un amaro e un lavoro da copywriter.

In marcia!

scritto da pecus alle 21:43 §


Home non serve

Maestrino: Home non serve
Maestrina: Ma abbiamo il link a home?

scritto da pecus alle 14:45 §


Mercoledì

Ultimamente posto di mercoledì. Va' a sapere…

scritto da pecus alle 14:34 §


Confronti

Ieri ho fatto la spesa al Penny Market e alla Coop. In sequenza. E controllando i prezzi. Nono solo il mio carrello era pieno con 14 euro!, ma ne ho risparmiati 5 senza compromessi su marche nologo. Un solo prodotto è risultato più caro: una busta di contorno misto Findus.
Per festeggiare sono andato a correre al Lambro con i Pearl Jam. Inspiegabile come loro fossero ancora in splendida forma dopo 40 minuti e io a pezzi. Siccome vivo anch'io senza orologio e al parco è difficile sbirciare l'ora, calcolo quanto corro con la musica. E questo semplice script per iTunes.

scritto da pecus alle 12:33 §

Creative Commons License
This work is licensed under a Creative Commons License.